HYBRID

/media/technologies/hybrid/intro_module/de/image_2.jpg
/media/technologies/hybrid/intro_module/de/image_1.jpg
La trazione ibrida abbina un motore a combustione interna e un motore elettrico con una batteria agli ioni di litio. Il risultato è una potenza eccellente a fronte di valori di consumo esemplari.

Potenza ed efficienza.

Media

Chiudi

Informazioni di approfondimento

/media/technologies/hybrid/additional_information_module/de/image_1.jpg

Dopo la produzione delle immagini e dei filmati possono essere state apportate modifiche al prodotto.

La S 400 HYBRID Mercedes-Benz è la prima vettura ibrida di serie al mondo equipaggiata con l'innovativa batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio ed è campionessa di CO2 nella categoria delle automobili di alta gamma.

La S 400 HYBRID Mercedes-Benz è la prima vettura ibrida di serie al mondo equipaggiata con l'innovativa batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio ed è campionessa di CO2 nella categoria delle automobili di alta gamma.

Rispetto alle tradizionali batterie al nichel-metallo idruro, la nuova batteria presenta una maggiore densità energetica, un miglior rendimento elettrico, dimensioni più compatte e un peso inferiore. Per questo motivo sulla S 400 HYBRID l'abitacolo e il bagagliaio conservano inalterata la loro generosa spaziosità.
Il motore V6 a benzina da 3,5 litri con comando valvole adattativo è stato completamente rielaborato e ottimizzato. Il rendimento termico del motore è stato aumentato, riducendo al tempo stesso il consumo specifico di carburante e le emissioni grezze. Il tutto con un incremento di 5 kW (7 CV) della potenza del propulsore, che ha raggiunto così i 205 kW (279 CV).
Il modulo ibrido è costituito da un motore elettrico a disco che assolve anche la funzione di motorino di avviamento e di alternatore. Inoltre questo gruppo compatto smorza efficacemente le vibrazioni torsionali della catena cinematica, riducendo il rumore e le vibrazioni, col risultato di un maggiore comfort di marcia.
La regia è affidata ad una centralina di gestione del motore ad alte prestazioni opportunamente modificata, che allinea il comportamento del sistema di propulsione alle varie condizioni di impiego (percorsi urbani, strade extraurbane, autostrade o manovre) per mantenere sempre al livello minimo i consumi di carburante e le emissioni.
Un'apposita funzione di visualizzazione sulla strumentazione fornisce al guidatore informazioni aggiornate sul flusso di energia nelle fasi di boost e di rigenerazione e sul livello di carica della batteria. Il peso aggiuntivo dell'intero sistema è di appena 75 chilogrammi. La tecnologia ibrida della S 400 HYBRID dispone di sette dispositivi di protezione.

Ed ecco come funziona il propulsore della S 400 HYBRID nell'uso quotidiano.

SOSTA AL SEMAFORO: la funzione start/stop spegne il motore quando la vettura si ferma. Al momento di ripartire il motore elettrico avvia il motore principale in modo quasi impercettibile. Si riducono così consumi ed emissioni.

PARTENZA e ACCELERAZIONE: qui interviene il cosiddetto effetto “boost”, mediante il quale il motore elettrico compatto (starter/alternatore) imprime un’energica spinta al motore a combustione nella fase di accelerazione di maggiore consumo. Con una tensione di esercizio di 120 Volt, questo motore elettrico eroga una potenza massima di 15 kW (20 CV) e una coppia di spunto di 160 Nm

RIGENERAZIONE: in fase di decelerazione, il motore elettrico funziona da alternatore e converte in energia elettrica l’energia cinetica prodotta in rilascio e nelle frenate. Il termine tecnico per questo processo è rigenerazione. In questo modo, il motore elettrico rafforza l'azione del freno motore

STRADE PROVINCIALI e AUTOSTRADA: spostando il cosiddetto punto di esercizio del motore a combustione in direzione di un minore consumo specifico si ottiene un ulteriore miglioramento del rendimento, in particolare nei lunghi viaggi o in autostrada. Inoltre, sulle strade provinciali le fasi di boost, marcia a velocità costante e rigenerazione si alternano di frequente. Pertanto, a seconda del profilo del percorso, sono disponibili quantità più o meno grandi di energia di recupero che permettono a loro volta di ridurre consumi ed emissioni.

RILASCIO/DISCESA: anche qui in ogni fase di rilascio, cioè quando si toglie il piede dall'acceleratore e interviene il freno motore, si attiva il processo di rigenerazione.

1

Disponibilità nelle Classi

Temi collegati